Home » Sala stampa » Archivio
Stampa pagina | Condividi

Comunicati

29.09.2014 Comunicato stampa - Assemblea 2014, Varese

ASSEMBLEA DELLA REGIO INSUBRICA A VARESE

Si è riunita questa mattina a Villa Recalcati l’Assemblea 2014 della Regio Insubrica con all’Ordine del giorno la presentazione e approvazione della risoluzione di continuità della Regio stessa, alla luce dei cambiamenti istituzionali che vedono coinvolte le Province italiane.
I lavori, coordinati da Massimo Nobili, Presidente della Comunità di lavoro transfrontaliera, sono stati aperti dal Commissario straordinario della Provincia di Varese Dario Galli il quale ha sottolineato che «si sta attraversando un momento istituzionale complicato in Italia, all’interno del quale si rende necessario definire la continuità della Regio. E’ indiscutibile che lo svuotamento politico ed economico delle Province, attualmente in atto, pone l’interrogativo sul futuro della Regio a quasi 20 anni dalla sua fondazione. Occorre anche prendere atto che negli ultimi anni questo organismo ha ritrovato slancio progettuale e operativo, ha ridefinito una serie di obiettivi e svolto un ruolo importante su tematiche e questioni di rilevante interesse per i territorio di confine. Alla luce di questo è auspicabile che la Regio continui a lavorare sui rapporti tra il Canton Ticino e i territori italiani».
Dopo l’intervento di apertura di Galli è stato Massimo Nobili a ripercorrere a grandi linee il lavoro svolto dalla Regio e a chiarire la posizione dei membri italiani su alcuni aspetti importanti quali, ad esempio «il mantenimento della sede in territorio elvetico, nel rispetto anche degli accordi iniziali e la rimodulazione del possibile ruolo, in qualità di soggetto abilitato ad accedere ai finanziamenti europei». Questo sulla scorta del fatto che, indipendentemente dal “riordino” istituzionale in itinere, la Regio può continuare «a giocare un ruolo imprescindibile poiché l’importanza delle problematiche transfrontaliere sulle quali abbiamo lavorato e preso posizione, non verranno superate. Oggi forse il dibattito non è sulla necessità della Regio, che resta assodata, ma sui compiti, sugli obiettivi e sul continuare ad essere un referente autorevole dei rapporti tra Svizzera e Italia».
A esporre il testo e le ragioni della mozione, poi votata all’unanimità dall’assemblea, è stato il Segretario Giampiero Gianella: «Abbiamo intitolato il documento “Regio Insubrica domani” poiché siamo chiamati a ragionare su come evolverà questa Comunità di lavoro e quali dovranno essere le linee di indirizzo operativo del prossimo Comitato Direttivo. Crediamo infatti che in futuro la Regio dovrà essere ancora più attenta alle comunità locali e dovrà essere con ancor più convinzione intermediario e al contempo collante tra queste. Nel prossimo futuro quindi la Regio dovrà continuare a veicolare progettualità».
Parole di sostegno alle Regio di oggi e di domani sono arrivate anche da Francesca Brianza, Consigliere regionale della Lombardia: «La Regione continuerà a guardare con attenzione al lavoro di questa realtà. E’ giusto riflettere sul futuro e sulle possibili prospettive ed è condivisibile la volontà di maggior apertura alle realtà locali e al mantenimento nel Cantone della sede di questo organismo».
L’Assemblea si è chiusa con la relazione di Silvio Tondi (Responsabile Cooperazione esterna della Regione Basilea) sull’esperienza della Regio Basiliensis. 

Articoli e servizi pubblicati:

Servizio RSI: http://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/La-Regio-vuol-vivere-2592283.html

Servizio Azzurra Tv (al min. 8.00): http://www.tuttonotizie.info/galleria-video/video-relativi-a/vconotizie/video/vconotizie-del-29-settembre-2014.html

Art. InInsubria 29.09.2014 (99 KB)

Art. Tuttonotizie 29.09.2014 (50 KB)

Art. Varese Report 29.09.2014 (59 KB)

Art. Info Insubria 29.09.2014 (92 KB)

Art. La Regione 30.09.2014 (108 KB)

Art. GdP 30.09.2014 (33 KB)

Art. La Prealpina 30.09.2014 (83 KB)

Art. La Provincia 30.09.2014 (128 KB)



16.07.2014 Comunicato stampa - Regole di comportamento per raccoglitori di funghi e escursionisti

COMUNICATO STAMPA

Regole di comportamento per raccoglitori di funghi e escursionisti

“Non trasformate la passione in tragedia”
Con questo motto la Polizia del Cantone Ticino, in collaborazione con il Centro Comune di Cooperazione di Polizia e Doganale (CCPD) di Chiasso, si rivolge ai numerosi raccoglitori di funghi che, con l’avvicinarsi della stagione propizia, riprenderanno a percorrere boschi e vallate del Canton Ticino. In quest’ambito forniamo alcuni consigli, validi anche per gli escursionisti, per evitare di incorrere in cadute con conseguenze anche molto serie visto l’alto numero di vittime dello scorso anno.


Essere in buona forma
Chi si avventura sulle impervie montagne del Canton Ticino, per raccogliere funghi o semplicemente per effettuare escursioni, deve essere consapevole che una cattiva forma favorisce gli infortuni oppure l’impossibilità per stanchezza di ritornare al punto di partenza.
Si raccomanda inoltre di portare nel sacco delle bibite energetiche e del cibo, in grado di diminuire l’affaticamento. Il consumo di alcolici è vivamente sconsigliato.


Meteo favorevole
Prima di mettersi in cammino consultare le previsioni meteo della giornata e quelli della giornata precedente; il terreno umido o bagnato aumenta il rischio di scivolare.


Equipaggiamento adatto
L’equipaggiamento adatto è di fondamentale importanza per avventurarsi in montagna e nei boschi. Di preferenza indossare pantaloni lunghi e portare nel sacco indumenti di ricambio e caldi. Una coperta termica è molto utile.
Per facilitare le operazioni di ricerca/soccorso nella vegetazione in caso di infortunio invitiamo a vestirsi con indumenti colorati.
Gli scarponi da montagna sono da ritenersi imprescindibili così come un bastone ed eventualmente una piccola piccozza per aiutarsi nei pendii ripidi. Anche uno spezzone di corda di almeno 10-20 metri può aiutare la progressione in luoghi pericolosi.
Evitare i cestini e propendere per sacchi o sacche a tracolla che lasciano le mani libere.


Itinerario
Prima di partire dal domicilio, scegliere l’itinerario e darne comunicazione a parenti o amici, cercando di non modificarlo, specialmente il punto di partenza/arrivo e gli orari.
Mezzi per l’orientamento come la cartina, bussola, altimetro, navigatore satellitare sono importanti, specialmente per zone sconosciute, e per fornire le coordinate esatte del luogo agli enti di soccorso.
Portare il cellulare ricordandosi che non tutte le zone sono coperte dalla telefonia mobile.

 

In caso di infortunio
In caso di infortunio se possibile contattare il 112 o il 117 specificando generalità, il numero del cellulare con cui si sta chiamando, la zona in cui ci si trova o meglio le coordinate con tutti i riferimenti possibili, la dinamica ed infine lasciare libero il telefono.


Enti di soccorso e assicurazioni
Gli interventi di ricerca in caso di persone disperse, ferite o in difficoltà sono di competenza cantonale. L’incarico di svolgere voli di ricerca è dato dalla Polizia cantonale e dal Soccorso Alpino Svizzero (SAS), di principio alla Guardia aerea svizzera di soccorso (REGA) o ad altri partner.

I costi d’intervento in caso di infortunio, se la persona gode di copertura assicurativa, vengono fatturati alle assicurazioni infortunio o malattia.
Nel caso in cui la persona che viene soccorsa è illesa, se i costi non possono essere addebitati a un ente finanziatore e la persona non è socio REGA (che altrimenti garantirebbe la copertura del pagamento di una loro azione), l’intervento viene fatturato alla persona ricercata.

Si raccomanda pertanto di verificare, prima di ogni escursione, le proprie coperture assicurative o l’affiliazione ad un ente di soccorso svizzero, come ad esempio la REGA. A titolo d’esempio, un giorno di ricerche che coinvolge diversi partner comporta costi quantificabili in alcune decine di migliaia di franchi.

I cittadini stranieri residenti all’estero, hanno la possibilità di divenire sostenitori della REGA. In questo caso, durante i soggiorni in Svizzera avranno diritto ai vantaggi dei sostenitori per salvataggi aerei in Svizzera (fanno testo i confini statali). Per contro, i vantaggi dei sostenitori per rimpatri dall'estero in Svizzera valgono unicamente per i sostenitori con domicilio in Svizzera (indipendentemente dalla loro nazionalità) come pure per gli svizzeri all'estero. I rimpatri all'estero sono possibili ma a spese di chi li richiede. Per approfondimenti consultare il sito www.rega.ch.


Per ulteriori informazioni:
Polizia del Cantone Ticino
Tel. +41 91 814 67 44, stampa@polca.ti.ch

CCPD Chiasso
Parte svizzera:  Tel. +41 91 690 52 00, operativo@ccpd-chiasso.ch
Parte italiana:   Tel. +39 031 541 263 ccpdchiasso@interno.it


Chiasso, 16/07/2014 15.50



12.06.2014 Comunicato stampa - Assemblea generale 2014

Comunicato stampa

ASSEMBLEA DELLA REGIO INSUBRICA A NOVARA
La sala Auditorium dell’istituto Magistrale “Bellini” di Novara ha ospitato ieri l’Assemblea generale 2014 della Comunità di lavoro Regio Insubrica.

Il Vice Presidente della Provincia di Novara, Luca Bona, ha aperto i lavori esprimendo il proprio apprezzamento per il grande lavoro svolto dalla Regio negli ultimi cinque anni, pur in un contesto di estrema difficoltà e incertezza sia economica che amministrativa. “Abbiamo sempre creduto nella collaborazione transfrontaliera e abbiamo lavorato per promuoverla”, ha affermato Bona, citando l’esempio della gestione delle vie d’acqua: “Tale tematica, funzionale ad Expo 2015, necessita in modo particolare di un’azione comune che superi le barriere dei confini e operi in modo condiviso, per fondere e far crescere le singole potenzialità”.
Il futuro assetto della realtà transfrontaliera, incarnato dalla Regio Insubrica - a fronte dei mutamenti in corso, nel contesto italiano e non - è stato poi illustrato dal Segretario della Comunità di lavoro, il Cancelliere dello Stato del Canton Ticino Giampiero Gianella: “Il valore aggiunto della Regio è quello di far dialogare, in termini di collaborazione fattiva, territori limitrofi che condividono realtà sociali, economiche e turistiche”.

Il sub Commissario della Provincia di Como, Maria Antonietta Marciano - in rappresentanza del Presidente uscente, Leonardo Carioni - ha quindi presentato l’attività svolta nel 2013 ricordando “un bilancio positivo fatto di rilancio politico e amministrativo, oltre che di iniziative concrete”. Un insieme di iniziative che, ha ribadito Marciano, rende conto “della volontà del fare anche delle Province, che hanno saputo lavorare insieme per collegare il territorio e risolvere problemi comuni, dando prova della loro necessità”.
Massimo Nobili - eletto nell’occasione quale nuovo Presidente della Regio Insubrica - ha posto infine l’accento su come occorra “aggiornare la Regio alle nuove situazioni istituzionali e ai rapporti internazionali poiché le Regioni dovranno giocare un ruolo decisivo e di riferimento, anche in funzione di un rapporto, pur sempre non paritetico, con i Cantoni”. In particolare, la promozione dei laghi “andrà discussa al di là dei confini, sempre ricordando l’appuntamento con Expo 2015”.

Nel corso dei lavori sono stati inoltre approvati per acclamazione il Rapporto di attività 2013 (allegato), il verbale dell’Assemblea generale e il Conto consuntivo 2013, assieme al Preventivo 2014.

Rapporto d'attività 2013 (390 KB)

Articoli pubblicati:

Art. Giornale del Popolo 13.06.2014 (42 KB)

Art. La Regione Ticino 13.06.2014 (48 KB)

Art. La Stampa 13.06.2014 (45 KB)

Art. Corriere di Novara 13.06.2014 (107 KB)

Art. Ecorisveglio 13.06.2014 (60 KB)

 

Da sx: M.Benedetti,Ass. Provincia di Lecco,M. Nobili,Presidente Provincia del VCO,G. Gianella,Segretario Regio I.,A. Bona,Vicepresidente Pro


4.04.2014 - Giornata dedicata alle scuole nell’ambito delle Giornate Insubriche del Verde Pulito

Giornata dedicata alle scuole nell’ambito delle Giornate Insubriche del Verde Pulito , venerdì 4 aprile 2014, ore 11.30
Biblioteca comunale, Piazzetta Venosto Lucati, Como


Venerdì 4 aprile, il gruppo di lavoro della Regio Insubrica composto dal Cantone Ticino per il tramite dell’Azienda Cantonale dei Rifiuti (ACR), le Province di Como, Varese, Lecco e Novara e Verbano Cusio Ossola, il C.R.E.A della Provincia di Como e i Comuni di Chiasso, Como e Valmorea, ha organizzato, grazie alla disponibilità della città di Como ad ospitare l’evento, il ritrovo di dodici tra le trentanove classi di istituti scolastici ticinesi e italiani, in rappresentanza di tutti i ragazzi che stanno condividendo l’azione Adotta un’area verde.
Duecentoquindici allievi, accompagnati da docenti ed educatori, parteciperanno ad attività di gruppo e daranno vita a un momento di incontro e formazione, con il seguente Programma (1.1 MB).



11.03.2014 - Conferenza e rassegna stampa di Presentazione Studio di accesso al tema del Credito

Presentazione dello Studio

“LA BANCA TICINESE E L’IMPRESA DEL NORD ITALIA
Possibili collaborazioni in un’ottica d’integrazione economica transfrontaliera”

a cura di René Chopard e Gioacchino Garofoli

Lunedì 10 marzo 2014 sono stati presentati i risultati dello Studio, commissionato dalla Comunità di lavoro, “LA BANCA TICINESE E L’IMPRESA DEL NORD ITALIA. Possibili collaborazioni in un’ottica d’integrazione economica transfrontaliera” realizzato a cura dei professori René Chopard, Direttore del Centro Studi Bancari di Vezia e Gioacchino Garofoli dell’Università dell’Insubria di Varese, presso la sede della Regio insubrica, a Mezzana.

Nell’ambito del proprio ruolo di promotrice della cooperazione transfrontaliera e di conseguenza di sostenitrice di iniziative, progetti e programmi predisposti e creati allo scopo di supportare le peculiarità intrinseche nel territorio insubrico, la Comunità di lavoro Regio Insubrica ha ritenuto di commissionare la realizzazione di questo studio allo scopo di esaminare se e come la domanda e l’offerta nel settore economico-finanziario, rappresentate rispettivamente dalle Imprese del nord Italia e dalle Banche ticinesi, potessero incontrarsi.

Rassegna stampa:

Art. Corriere di Como 11.03.2014 (103 KB)

Art. La Provincia di Como 11.03.2014 (103 KB)

Art. Giornale del Popolo 11.03.2014 (71 KB)

Art. La Regione Ticino 11.03.2014 (109 KB)

 

Servizio Il Quotidiano RSI 10.03.2014: http://www.rsi.ch/it/home/networks/la1/ilquotidiano.html?po=90bd7e0a-6bbd-40a6-a810-8886b07d30c3&date=10.03.2014#tabEdition

Servizio Teleticino 10.03.2014: http://www.teleticino.ch/video/194418/ticino-news

 



6.03.2014 Comunicato stampa - “Giornate Insubriche del Verde Pulito 2014”

Al via la settima edizione delle “Giornate Insubriche del Verde Pulito” e “Adotta un’area verde”

 

Il Gruppo di lavoro della Regio Insubrica - composto dal Cantone Ticino per il tramite dell’ACR, Azienda Cantonale dei Rifiuti, il C.R.E.A, Centro di riferimento per l’educazione Ambientale di Como, le Province di Como, Lecco, Varese, Novara e Verbano Cusio Ossola e i Comuni di Como, Chiasso e Valmorea - sta organizzando la settima edizione delle Giornate Insubriche del Verde Pulito.

Anche quest’anno la Comunità di lavoro si impegna a promuovere azioni collettive di pulizia di piazze, ruscelli, boschi, bordi stradali e a stimolare gli Enti locali, i Consorzi o le Associazioni locali affinché si attivino a favore della salvaguardia del territorio insubrico.
La Giornata di pulizia è stata fissata per sabato 5 aprile prossimo ma si è deciso di lasciare libertà ai Comuni di posporla o anticiparla a seconda della programmazione interna di ciascuno purché lo si faccia con spirito di collaborazione transfrontaliera e sotto l’egida della Regio Insubrica.

Nell’ambito delle Giornate Insubriche del Verde Pulito riparte anche il progetto “Adotta un’area verde” dedicato specificatamente alle scuole e che prevede che le classi che aderiscono si impegnino ad adottare un’area verde fino alla fine dell’anno scolastico 2013/2014 e/o a segnalare al Comune di appartenenza (o alla Scuola se l’area è di proprietà della scuola) l’abbandono di rifiuti nell’area adottata, documentando (ad es. con materiale fotografico) lo stato dei luoghi e la necessità di eseguire interventi di pulizia/manutenzione ordinaria o straordinaria, oppure effettuando direttamente la pulizia dell’area assegnata, periodicamente o una tantum.

A ogni classe partecipante sarà consegnato un “Certificato di Adozione” e una “targhetta” con l’intestazione e il logo delle Giornate Insubriche del Verde Pulito che verrà apposta nell’area adottata, inoltre, l’elenco delle classi e la rispettiva area verde saranno rese pubbliche sul sito ufficiale della Regio Insubrica www.regioinsubrica.org.
Giovedì 20 febbraio scorso sono state estratte le classi che parteciperanno alla giornata conclusiva riservata alle scuole, che avrà luogo il 4 aprile 2014 nel Comune di Como.



19.09.2013 Conferenza stampa - “Quando la solidarietà abbatte le frontiere”

Il Commissario Straordinario della Provincia di Varese e membro del Comitato Direttivo della Regio Insubrica Dario Galli, il Cancelliere dello Stato del Cantone Ticino e Segretario della Regio Insubrica Giampiero Gianella, la responsabile delle relazioni transfrontaliere per la Regione Lombardia Francesca Brianza e il Coordinatore 2013/14 del Gruppo di Lavoro Insubrico dei Rotary Club Ivano D'Andrea hanno illustrato alla stampa i progetti promossi dai Rotary del Canton Ticino, di Como e di Varese che porteranno risorse per oltre 150.000 euro a favore di strutture di solidarietà sociale del territorio transfrontaliero.

La conferenza stampa si è tenuta giovedì 19 settembre alle ore 12.30 presso la sede dell’Agenzia del Turismo, a Varese.

Di seguito potete trovare le iniziative di solidarietà promosse:

Progetti di solidarietà (75 KB)
 



16.07.2013 Comunicato stampa - Incontro Cons. di Stato Michele Barra e Ass. Maurizio Del Tenno

Martedì 16 luglio 2013 si è tenuto, presso la sede della Regione Lombardia, l'incontro tra il Consigliere di Stato e Direttore del Territorio, Michele Barra e l'Assessore alla Mobilità e Infrastrutture della Regione Lombardia, Maurizio Del Tenno.

Nel comunicato stampa che segue potete trovare i temi discussi:

 Comunicato stampa 16.07.2013 (200 KB) 



19.04.2013 - “Adotta un’area verde - Giornata dedicata alle scuole”, Massino Visconti

Giornata dedicata alle scuole nell’ambito delle Giornate Insubriche del Verde Pulito venerdì 19 aprile 2013, ore 11.30
Casa della Gioventù, Via dello Sport, Massino Visconti (NO)

 

Venerdì 19 aprile, presso la Casa della Gioventù di Massino Visconti (NO), nell’ambito delle Giornate Insubriche del Verde Pulito 2013, il gruppo di lavoro della Regio Insubrica composto dal Cantone Ticino per il tramite dell’Azienda cantonale dei rifiuti (Acr), le Province di Como, Varese, Lecco e Novara e Verbano Cusio Ossola, il C.R.E.A della Provincia di Como e i Comuni di Chiasso, Ronago e Valmorea, ha organizzato il ritrovo di dieci tra le quarantanove classi di istituti scolastici ticinesi e italiani, in rappresentanza di tutti i ragazzi che stanno condividendo l’azione Adotta un’area verde.
Centosettantanove allievi, accompagnati da docenti ed educatori, parteciperanno ad attività di gruppo e daranno vita a un momento di incontro e formazione, come da programma allegato.

La mappa dei Comuni che hanno aderito alle Giornate Insubriche del Verde Pulito e quello delle aree adottate è disponibile sul sito.



4.03.2013 Comunicato stampa - La Regio Insubrica incontra l’Ambasciatore svizzero, Hans Jakob Roth


Incontro del Comitato Direttivo della Regio Insubrica con l’Ambasciatore svizzero per le relazioni transfrontaliere del Dipartimento Federale Affari Esteri, Hans Jakob Roth
 

La visita in Ticino dell’Ambasciatore Hans Jakob Roth, dal luglio 2012 incaricato speciale per la collaborazione transfrontaliera alla Divisione “Europa, Asia centrale, Consiglio d’Europa, OCSE” presso il Dipartimento affari esteri della Confederazione elvetica, ha offerto l’opportunità all’Ambasciatore su indicato di incontrare il Comitato Direttivo della Comunità di lavoro Regio Insubrica a Mezzana.
All’ospite è stata illustrata, da parte del Presidente della Provincia di Lecco e della Regio, Daniele Nava e del Cancelliere dello Stato e Segretario Regio, Giampiero Gianella, la realtà della Comunità di lavoro, l’organizzazione e l’attività in ambito transfrontaliero.
Le domande e la discussione che ne è seguita ha permesso di presentare l’operatività su tematiche concrete che interessano il territorio insubrico.

 

Per eventuali informazioni rivolgersi al Segretario,  Giampiero Gianella
tel. 004191 8144320


Art. Ticinonline 04.03.2013 (25 KB)



Pagina 4 di 6 | ‹ First  < 2 3 4 5 6 > 



copyright © 2014 Comunità di lavoro Regio Insubrica | sito creato da Netmar Swiss