Home » Sala stampa » Archivio
Stampa pagina | Condividi

Comunicati

CS 18.11.2016 - Tavolo economia della Regio Insubrica sottogruppo Legge sulle Imprese Artigianali

Tavolo economia della Regio Insubrica
sottogruppo Legge sulle Imprese Artigianali (LIA)
Mezzana, 15 novembre 2016

Si è riunito per la terza volta il Tavolo di lavoro economia dedicato alla LIA costituito dall’Ufficio Presidenziale della Comunità di lavoro Regio Insubrica il 18 marzo scorso allo scopo di seguire con attenzione prioritaria il tema.

L’incontro, sollecitato da Regione Lombardia per fare il punto e discutere alcune criticità emerse in relazione all’iscrizione all’Albo da parte di imprese artigiane italiane e coordinato dal Segretario della Regio Insubrica, Giampiero Gianella, alla presenza di rappresentanti di Regione Lombardia e Regione Piemonte, si è svolto in un clima cordiale e collaborativo.
Sono intervenuti in qualità di relatori il Presidente della Commissione di vigilanza Renzo Ambrosetti e il membro della Commissione di Vigilanza, Piergiorgio Rossi.

La riunione si è concentrata su alcuni aspetti formali e pratici segnalati tramite alcuni documenti condivisi di associazioni lombarde e piemontesi nell’applicazione della Legge e del Regolamento, attinenti in particolare alla documentazione richiesta in sede di presentazione dell’istanza di iscrizione all’albo, ai requisiti e titoli professionali richiesti, e alle tariffe applicate.

Gli interventi hanno permesso, oltre a fornire un utile aggiornamento dei dati statistici sulle istanze di iscrizione presentate entro il termine di fine settembre 2016, di discutere e chiarire i quesiti sollevati nello scritto e ulteriori domande poste dai partecipanti durante l’incontro. In merito si è convenuto di raccogliere da parte delle Associazioni economiche situazioni e casi presentatisi nell’ambito delle istanze di iscrizione all’Albo e sulle modalità di verifica e valutazione, da trasmettere alla Commissione di Vigilanza nell’ottica di assicurare, previa riunione tra le parti, una prassi condivisa di esame delle medesime.
I rappresentanti della Commissione di Vigilanza hanno preso pure atto di situazioni suscettibili di eventuali modifiche normative (Legge e Regolamento), che si sono riservati di sottoporre alle istanze cantonali competenti nel corso del prossimo incontro periodico.

In chiusura il Segretario della Comunità di lavoro, G. Gianella ringraziando i partecipanti per la costruttiva discussione ha dichiarato la disponibilità della Regio Insubrica a organizzare e coordinare, se necessario e richiesto, futuri incontri di aggiornamento sul tema.



CS 24.09.2016 - Giornata formativa transfrontaliera “Bosco senza confini…”

GIORNATA FORMATIVA TRANSFRONTALIERA
BOSCO SENZA CONFINI – I CORRIDOI ECOLOGICI CHE UNISCONO

 

Promossa e organizzata dalla Comunità di lavoro Regio Insubrica, ha riscosso un lusinghiero successo la Giornata formativa transfrontaliera “Bosco senza confini - I corridoi ecologici che uniscono” tenutasi al Centro professionale del Verde (CPV) a Mezzana (Cantone Ticino). Oltre un centinaio di docenti - provenienti dal Ticino e dalle Province italiane di Como, Lecco, Varese e Verbano Cusio Ossola - hanno partecipato all’evento.
Obiettivo: approfondire il tema della biodiversità sul tema specifico del bosco e dei corridoi ecologici e offrire un ventaglio di proposte ed esempi concretizzabili con gli allievi.

Per l’occasione, i partecipanti al corso formativo hanno potuto avvalersi delle conoscenze ed esperienze di numerosi esperti del settore (Sezione forestale del Dipartimento del territorio, Silviva ed ERSAF Lombardia). La prima parte della giornata è stata riservata all’approfondimento teorico e a una serie di laboratori tematici; la seconda parte, più pratica, si è tenuta nel bosco, ai parchi della Breggia, della Motta e al Mulino del Daniello.

I temi affrontati in questa prima edizione sfoceranno in un percorso didattico da realizzarsi nel corso dell’anno scolastico con le classi, che avranno l’opportunità di partecipare ad un concorso che culminerà nella primavera 2017 con un evento speciale riservato ai vincitori scelti dalla giuria composta dal gruppo di lavoro della Regio Insubrica (costituito dal Cantone Ticino per il tramite del Dipartimento del Territorio, del Dipartimento Educazione, Cultura e Sport e dell’Azienda Cantonale dei Rifiuti (ACR), da Regione Lombardia, da ERSAF-Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste, dalle Province di Como, Lecco, Novara, Varese e Verbano Cusio Ossola e dai Comuni di Chiasso, Ronago e Valmorea) che ha organizzato l’evento.



CS 23.06.2016 - Assemblea generale 2016 Regio Insubrica

ASSEMBLEA GENERALE DELLA REGIO INSUBRICA
Villa Gallia a Como


L'ASSESSORE FRANCESCA BRIANZA DA OGGI ALLA GUIDA DELLA COMUNITA' DI LAVORO

"Sono onorata di assumere la Presidenza della Regio Insubrica, organo che sta diventando sempre piu’ un punto di riferimento fondamentale sia per la risoluzione di tante problematiche transfrontaliere, sia per mettere a frutto le varie opportunità”. Lo ha dichiarato l'assessore di Regione Lombardia con delega ai rapporti con il Canton Ticino Francesca Brianza che oggi, durante l'Assemblea generale della Regione Insubrica tenutasi a Villa Gallia a Como, è stata investita della carica presidenziale, che passa  quindi, per un anno, dal Canton Ticino a Regione Lombardia.

Presente all'Assemblea il sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia, con deleghe all'Attuazione del programma, ai Rapporti  istituzionali nazionali e alle Relazioni internazionali Alessandro  Fermi. Sono intervenuti, tra gli altri, Giampiero Gianella, Cancelliere dello Stato del Canton Ticino e Segretario della Regio; la Presidente della Provincia di Como Maria Rita Livio e rappresentanti di enti pubblici e soggetti privati aderenti alla Regio Insubrica.

INTERLOCUTORE DI RIFERIMENTO - "La Regio Insubrica - afferma l'assessore Brianza - è la struttura piu’ appropriata e l'interlocutore di riferimento per incentivare la cooperazione tra Lombardia e Canton Ticino e le tematiche trattate, come ad esempio la questione LIA (Legge sulle Imprese Artigianali) seguita con particolare attenzione, o quelle legate ad altri aspetti di natura transfrontaliera, sono la testimonianza delle  grandissime potenzialità della Comunità di Lavoro Regio Insubrica; potenzialità che, sotto la Presidenza lombarda, cercheremo di far fruttare nel miglior modo possibile".

TAVOLI TEMATICI PER SUPERARE INCERTEZZA - "In un periodo di grande incertezza dovuto al nuovo riassetto istituzionale previsto dalla Riforma Costituzionale e alla revisione degli accordi bilaterali italo-svizzeri, il prossimo passo - continua l'assessore - sarà costituire tavoli tematici per sviluppare ambiti fondamentali come viabilità, lavoro, sport, cultura e turismo".

VOCE PER TRANSFRONTALIERI E TERRITORI DI CONFINE - "In qualità di Presidente - conclude Brianza - assicuro la personale dedizione e il costante impegno di Regione Lombardia a farsi portavoce, tramite la Regio Insubrica, delle varie istanze nell'interesse dei lavoratori  transfrontalieri, dei territori di confine e dei loro abitanti".

Di seguito la rassegna stampa:

Servizio RSI - Il Quotidiano

Art. CdT 23.06.2016 (14.5 KB)

Art. Corriere di Como 23.06.2016 (1 GB)

Art. Ticinonews 23.06.2016 (59 KB)

 

Da sx: N. Gobbi, F. Brianza, G. Gianella In primo piano G. Gianella N. Gobbi e F. Brianza Da sx: M. Livio, R. Brezza, F. Brianza, N. Gobbi e G. Gianella


CS 18.05.2016 - Legge sulle imprese artigianali (LIA)

COMUNICATO STAMPA
Tavolo economia della Regio Insubrica
Gruppo Legge sulle Imprese Artigianali (LIA)


Si è riunito oggi per la prima volta il Tavolo di lavoro economia dedicato alla LIA costituito dall’Ufficio Presidenziale della Comunità di lavoro Regio Insubrica il 18 marzo scorso allo scopo di seguire con attenzione prioritaria il tema e di monitorare l’entrata in vigore, la prima applicazione  e le possibili implicazioni sul territorio della Regio.
L’incontro, coordinato dal Delegato cantonale per i rapporti transfrontalieri, Francesco Quattrini ha avuto luogo questa mattina alla presenza di esponenti del mondo economico ticinese e italiano e dei rappresentanti istituzionali delle Regioni Lombardia e Piemonte, in un clima cordiale e collaborativo.
Sono intervenuti in qualità di relatori il Presidente della Commissione di vigilanza Renzo Ambrosetti e la Direttrice dell’Albo degli artigiani, Cristina Bordoli Poggi.
Tra i temi principali discussi all’ordine del giorno le problematiche relative ai curricula formativi e la tassa di iscrizione all’albo degli artigiani. I rappresentanti della Commissione alla luce dell’esperienza di questi primi mesi hanno chiarito uno degli aspetti fondamentali che riguarda l’esperienza lavorativa maturata in Italia e i titoli di studio raccogliendo il favore dei presenti. Rispetto alla tassa d’iscrizione sono state rappresentate da parte italiana le preoccupazioni relative all’entità della stessa, soprattutto in rapporto alla limitata possibilità temporale di prestazioni (max 90 giorni/anno) da parte delle imprese e saranno trasmesse e portate all’attenzione del Consiglio di Stato del Cantone Ticino.

 


Per info:
Cristina Bordoli Poggi
Tel. +41 91 820 01 50



CS 13.04.2016 - Depuratore di Cuasso al Monte

Si è tenuto questa mattina a Mezzana, presso la sede della Regio Insubrica, l’incontro informativo, coordinato dal Segretario Giampiero Gianella, alla presenza del Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento del Territorio del Cantone Ticino Claudio Zali, del Presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi, del rappresentante dell’Assessorato all’Ambiente di Regione Lombardia Cristian Tolettini, dei rappresentanti del Comune di Porto Ceresio e di tecnici e funzionari dei suddetti Enti sulla questione del depuratore e del torrente Bolletta che sfocia in località Porto Ceresio nel lago di Lugano.

Il tema è stato ancora di recente oggetto di segnalazioni, richieste di intervento e corrispondenza presso e tra le Autorità al di qua e al di là del confine a causa dei persistenti inquinamenti delle acque del lago.

L’incontro, svoltosi in un clima cordiale e costruttivo, ha permesso di aggiornare, attualizzare e chiarire i diversi aspetti di natura organizzativa, procedurale, tecnica, finanziaria e le prospettive in ordine di tempo per gli interventi programmati di sistemazione del depuratore, atti ad ovviare agli inconvenienti riscontrati.

Da parte di Regione Lombardia è stato assicurato l’impegno a dare a breve riscontro alla lettera inviata il 2 febbraio scorso dal Governo ticinese, riprendendo gli aspetti illustrati durante l’incontro e i passi previsti sul piano operativo.

 



CS 18.03.2016 - Legge sulle imprese artigianali (LIA)

La Regione Lombardia, a seguito dell’entrata in vigore lo scorso 1 febbraio in Ticino della Legge sulle Imprese Artigianali (LIA) e del relativo regolamento d’applicazione, e in vista dell’incontro informativo già programmato dalla Comunità di lavoro Regio Insubrica per il prossimo 23 marzo presso la sede della stessa a Mezzana, ha sollecitato uno scambio di opinioni sul tema nell’ambito dell’Ufficio Presidenziale.

L’incontro, coordinato dal Segretario Giampiero Gianella, ha avuto luogo questa mattina alla presenza dei delegati dei rispettivi membri dell’Ufficio Presidenziale (Cantone Ticino, Regione Lombardia e Regione Piemonte) e dei Giuristi del Dipartimento del Territorio richiesti per dare il supporto informativo, ha innanzi tutto permesso di aggiornare la parte italiana sui contenuti e sulla portata della Legge e del relativo regolamento.

Si è convenuto di investire il tavolo economia della Regio di seguire con attenzione prioritaria il tema e di monitorare l’entrata in vigore, la prima applicazione della LIA e le possibili implicazioni sul territorio della Regio. Inoltre di richiedere alla Commissione di vigilanza sulle imprese artigianali prevista dalla Legge, di mantenere informata la Regio Insubrica sulle modalità di applicazione della legge stessa che si andranno via via definendo.



CS 22.01.2016 - Riunione Ufficio Presidenziale e Comitato Direttivo

In un clima cordiale e collaborativo si è tenuta questa mattina a Mezzana (Cantone Ticino) la prima riunione dell’Ufficio Presidenziale e del Comitato Direttivo della Comunità di lavoro Regio Insubrica dopo l’entrata in vigore l’11 dicembre scorso della nuova Dichiarazione d’Intesa e del nuovo Regolamento Finanziario.
Considerato che di norma il Presidente di turno viene nominato nel mese di giugno in occasione dell’Assemblea generale, si è deciso che il Presidente del Consiglio di Stato del Cantone Ticino, Norman Gobbi assuma la carica sino a tale data per poi passare le consegne ad un rappresentante delle due Regioni per il periodo 2016/2017.
Si è preso atto con piacere che la Regione Piemonte sarà rappresentata in Ufficio Presidenziale dal Vice Presidente Aldo Reschigna, mentre la Regione Lombardia dall’Assessore post EXPO e città metropolitana, Francesca Brianza. 

 

Per informazioni rivolgersi a:
Giampiero Gianella, Segretario Regio e
Cancelliere dello Stato
tel. 0041 (0) 91 814 43 22



CS 11.12.2015 - Assemblea straordinaria 2015 Regio Insubrica

Si è tenuta questa mattina a Mezzana (Cantone Ticino) l’Assemblea straordinaria della Comunità di lavoro Regio Insubrica convocata per la ratifica da parte dei soci delle nuove versioni della Dichiarazione d’Intesa e del Regolamento Finanziario, intervento resosi necessario a causa del riassetto istituzionale e delle conseguenze a livello finanziario e di competenze delle Province che ha posto l’interrogativo sullo sviluppo futuro della Regio e posto le premesse per l’entrata delle Regioni Lombardia e Piemonte.

I lavori sono stati aperti dalla Presidente della Comunità di lavoro e della Provincia di Como, Maria Rita Livio, la quale nel suo intervento ha ribadito il ruolo importante delle Province nella Regio le quali, nonostante gli sconvolgimenti che le hanno interessate, sono e rimangono l’emblema della vicinanza di due Stati che non sono divisi da un confine ma bensì: “si fanno compagnia”, mentre Giampiero Gianella, Segretario della Regio Insubrica e Cancelliere dello Stato del Cantone Ticino, ha illustrato il contenuto della Dichiarazione d’Intesa e del Regolamento finanziario, che sono stati approvati dai soci all’unanimità.

Con la sottoscrizione dei documenti che la regolamentano da parte del Presidente del Consiglio di Stato del Cantone Ticino, Norman Gobbi, del Sottosegretario di Regione Lombardia, Alessandro Fermi e dell’Assessore alla Cultura, Turismo della  Regione Piemonte, Antonella Parigi, la Comunità di lavoro, pur mantenendo la proficua e ventennale collaborazione con le Province che continuano a farne parte con un ruolo operativo, ha oggi posto le premesse per allargare il proprio raggio d’azione potendo contare su ruolo e funzioni delle Regioni, le quali, con il Consiglio di Stato, sono chiamate a fissarne gli obiettivi strategici.

Di seguito la rassegna stampa:

- Servizio TeleTicino 11.12.2015

- Servizio RSI 11.12.2015

- Art. La Regione 11.12.2015

- Art. Ticinonews 11.12.2015

 

Da sx: G. Morandi, M.R. Livio, G. Gianella, G. Cremona e N. Gobbi Da sx: A. Fermi, Sottosegr. Reg. Lombardia, A. Parigi, Assessore Reg. Piemonte, N. Gobbi, Consigliere Cantone Ticino e G. Gianella, Cancelli La sottoscrizione della Dichiarazione d'Intesa e del Regolamento Finanziario La sottoscrizione della Dichiarazione d'Intesa e del Regolamento Finanziario La sottoscrizione della Dichiarazione d'Intesa e del Regolamento Finanziario Da sx: A. Fermi, Sottosegretario Regione Lombardia, A. Parigi, Assessore Regione Piemonte e N. Gobbi, Consigliere di Stato del Cantone Ticin Da sx: A.Fermi, A. Parigi, M.R. Livio, N. Gobbi e G. Gianella


CS 25.09.2015 - Assemblea generale 2015 Regio Insubrica

ASSEMBLEA DELLA REGIO INSUBRICA A MEZZANA

 

Si è riunita questa mattina a Mezzana (Cantone Ticino) l’Assemblea 2015 della Comunità di lavoro Regio Insubrica.
I lavori, riservati in particolare all’approvazione dei consuntivi e dell’attività dell’anno 2014, coordinati da Giampiero Gianella, Segretario della Regio Insubrica e Cancelliere dello Stato del Cantone Ticino, sono stati aperti dalla Presidente della Comunità di lavoro e della Provincia di Como, Maria Rita Livio, la quale nel suo intervento ha tenuto a sottolineare in chiave prospettica l’importanza che venga garantita la continuità dell’attività della Regio.

Al di là delle formalità statutarie la discussione si è evidentemente  focalizzata sull’indiscutibile conseguenza del riassetto istituzionale e delle conseguenze a livello finanziario e di competenze delle Province, attualmente in atto, che ha posto l’interrogativo sullo sviluppo  futuro della Regio a vent’anni dalla sua fondazione. Questa piattaforma di dialogo e cooperazione transfrontaliera composta dal Cantone Ticino e dalle Province di Como, Lecco, Novara, Varese e Verbano Cusio Ossola, che svolge  un importante ruolo operativo su tematiche e questioni di rilevante interesse per i territori di confine, vede le sue attività rallentate dalla ridefinizione organizzativa e istituzionale e finanziaria delle Province.
Alla luce delle dichiarazioni dei Presidenti delle Regioni Lombardia e Piemonte, in particolare del Presidente Roberto Maroni in occasione dei festeggiamenti per il ventennale della Regio, concernenti la loro disponibilità a subentrare alle Province nel pagamento delle quote sociali, il Segretario Gianella ha fatto presente che a questo punto si tratta di definire il ruolo delle Province all’interno della Regio tenendo conto dell’entrata delle Regioni a pieno titolo. A questo proposito la Presidente della Comunità di lavoro nonché Presidente della Provincia di Como ha ribadito l’importanza e l’interesse che gli enti di riferimento sul territorio e di prossimità con il Cantone possano assicurare la continuità del loro ruolo e funzioni.

Tramite il suo intervento il Presidente del Governo del Cantone Ticino, Norman Gobbi ha espresso la posizione del Consiglio di Stato su questo punto focale, concordando  con il desiderio delle Regioni di partecipare alla Comunità di lavoro a pieno titolo e con le quali attivare, da un profilo strategico di indirizzi e di competenze, un dialogo su temi specifici; attribuendo in seno alla Regio Insubrica, alle Province, agli Enti locali e alle Associazioni presenti sul territorio, attraverso, in particolare i tavoli tematici e tecnici, il ruolo di individuare rappresentare e promuovere aspetti e progetti di carattere transfrontaliero provenienti dal territorio.
Egli ha comunque ribadito l’esigenza che alla Comunità di lavoro venga assicurato l’indispensabile supporto finanziario previsto dallo Statuto per garantirne il funzionamento e l’esistenza.


Rassegna stampa:

Servizio Teleticino 25.09.2015

Servizio RSI 25.09.2015

Art. GdP 25.09.2015 (48 KB)

Art. Ticinonews 25.09.2015 (40 KB)

Art. Infoinsubria 25.09.2015 (50 KB)

I membri del Comitato Direttivo M.R. Livio, Presidente della Regio Insubrica e N. Gobbi, Consigliere di Stato del Cantone Ticino Da sx: R. Brezza, Consigliere della Provincia del VCO, G. Gianella e M.R. Livio, rispettivamente Segretario e Presidente della Regio I.


CS 7.09.2015 - Depurazione acque, incontro alla Regio Insubrica

Depurazione acque – incontro alla Regio Insubrica

Su proposta della Regio Insubrica, in data odierna il Dipartimento del territorio e le autorità del Comune di Chiasso hanno incontrato il sindaco di Ronago, i responsabili del relativo impianto di depurazione delle acque reflue e i rappresentanti della Provincia di Como.
Un incontro molto positivo durante il quale è stata analizzata la dinamica dei fatti avvenuti lo scorso luglio quando una immissione abusiva verso l’impianto di Ronago lo aveva messo parzialmente fuori uso con relativo inquinamento delle acque del torrente Faloppia anche in territorio elvetico.

La discussione costruttiva tra le parti ha evidenziato la volontà comune di tutelare la qualità delle acque transfrontaliere di superficie con maggiore efficacia e si è convenuto di perseguire tale obiettivo attraverso una migliore comunicazione e interventi tecnici.

Nel dettaglio:

Per far fronte a possibili anomalie o situazioni di emergenza e per meglio coordinare l’azione degli enti di primo intervento, è stato deciso di promuovere un sistema di allerta reciproco tra le Autorità direttamente interessate di entrambi i Paesi. Le informazioni tempestive e complete permetteranno nel concreto una migliore gestione di un evento imprevisto nonché l’ottimizzazione dei tempi di reazione così da limitare al massimo i pregiudizi al territorio.

Con uno sguardo al futuro, ci si è anche interrogati sull’opportunità di migliorare le attuali infrastrutture in modo da tutelare maggiormente le acque del Faloppia anche in presenza di eventi pregiudizievoli. In tal senso sarà costituito un tavolo tecnico, incaricato di approfondire la tematica, con la rappresentanza di tutti gli interessati di parte italiana e di parte svizzera.

Quanto definito in data odierna permetterà una maggiore protezione delle acque del Faloppia, una premessa fondamentale a protezione del nostro territorio in generale e in vista del progetto di rinaturazione della tratta che attraversa l’abitato del Comune di Chiasso.

Infine è pure stato evidenziato che le opportune e legittime segnalazioni da parte di cittadini di situazioni ed eventi problematici, come è stato il caso oggetto dell’incontro odierno, vadano indirizzate verso i giusti canali, ossia le Autorità preposte, per evitare i rischi di letture e giudizi superficiali e improvvisati.

7 settembre 2015, Mezzana
 



Pagina 2 di 6 |  < 1 2 3 4 >  Last ›



copyright © 2014 Comunità di lavoro Regio Insubrica | sito creato da Netmar Swiss